+39 348 9983871

Concerti di Canzone napoletana e bilanci d’estate

La scelta di non interrompere i nostri concerti di canzone napoletana durante il mese di Agosto si è rivelata azzeccata! Come accennato nei precedenti articoli, ancor prima di pensare all’affluenza di pubblico, abbiamo ragionato da operatori turistici che sanno di offrire un servizio alla città e ai suoi visitatori.

Dunque, proprio perchè non riusciamo a spiegarci come una città che punta a vivere di turismo riduca i servizi in estate, abbiamo deciso di non ridurre il nostro di servizio!

Una delle chiavi del successo di Napulitanata è proprio la sua stessa vision (per chi odia gli inglesismi: visione, proiezione) di musicisti (non improvvisati) con competenze (non improvvisate) in ambito turistico ed aziendale.

Allora dopo poco più di un anno dall’inizio della nostra attività, affermiamo con convinzione che con la musica e con i concerti di canzone napoletana (non improvvisati) si può offrire un servizio turistico di qualità, anche d’estate.

Come? Nel nostro caso attraverso un progetto autosostenibile, senza finanziamenti pubblici, senza aiuti politici, con qualche inglesismo (!), con delle buone operazioni di marketing e soprattutto con le persone giuste!

L’estate 2018 ci ha visti protagonisti in tante attività: tra le altre, abbiamo portato la musica napoletana in giro per il golfo di Napoli, grazie all’accordo con Alilauro, abbiamo stipulato una convenzione con il MANN, abbiamo presentato il Tour della Canzone Napoletana ad un pubblico locale ed internazionale.

Ancor più delle attività, in quest’estate è emersa tutta la forza del gruppo di lavoro di Napulitanata, che ha visto interpreti, musicisti e collaboratori alternarsi nelle settimane estive (anche a ferragosto) per garantire sia il numero che la qualità degli spettacoli.

I risultati? Ci hanno dato ragione! I concerti in programma hanno avuto un seguito che ha superato ogni più rosea previsione!

A proposito di gruppo e di persone, ecco un episodio “simbolo” che ci ha fatto sorridere (e gioire), riportato dalla nostra Manuela Renno sul suo profilo Facebook:

 

Cammino per la promenade di Nizza con mia madre e mia sorella. All’improvviso sento urlare da un tavolo: “Napoli! Napoli!”. Mi giro e vedo venirmi incontro una bella signora bionda, con un sorriso splendente sul volto, con le braccia aperte che mi parla in inglese (per me pari all’ostrogoto). Non faccio neanche in tempo a sorridere che mi ritrovo stretta tra le braccia di questa donna, felicissima di vedermi.
Quando le sue braccia allentano la presa, ne vedo altre due in arrivo, quelle di un’altra signora che mi stringe anch’essa fortemente al petto. Con le guance rosse dall’emozione e mia sorella che mi traduce (santa donna!) finalmente unisco i punti di quella bizzarra situazione. Queste due signore russe, mi hanno sentito cantare a #Napulitanata qualche mese fa, per loro l’esperienza più bella del viaggio fatto a Napoli e proprio in quel momento stavano raccontando all’amica nizzarda, da cui erano in visita, della nostra magnifica realtà!
Le piccole cose, fatte bene, con cura, professionalità ed amore ripagano sempre!
Grazie belle signore… mi avete fatto emozionare!
E grazie a Napulitanata… noi siamo anche questo: il bel ricordo che lasciamo della nostra città!

 

Si riparte…anzi, si continua così, visto che non ci siamo mai fermati!

Scopri i prossimi eventi di Napulitanata e prenota! 

 

Related Posts

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *